Realizzazione di un video professionale.

Il momento più importante del flusso di lavoro è sicuramente la produzione concreta di materiale audio visivo.
Prima però di entrare nel merito dei diversi tipi di inquadratura è importante fare alcune precisazioni.
Una delle cose più importanti di una ripresa video, può sembrare banale, è che si deve vedere bene e sentire bene.
Vedere bene vuol dire che il soggetto o l’oggetto che voglio mostrare deve essere ben inquadrato, messo a fuoco, e in luce (o se al buio illuminato).
Sentire bene vuol dire che se c’è un dialogo o un’intervista, il parlato si deve distinguere nettamente dal rumore ambientale di fondo.
Altra premessa importante è che il tipo di dispositivo utilizzato determina radicalmente il risultato ottenuto. Una ripresa fatta con uno smartphone non potrà mail essere paragonata a quella fatta con una telecamera professionale, anche sei i concetti di base di armonia e composizione dell’inquadratura rimangono comunque gli stessi.

La Regola dei terzi

Per effettuare una buona ripresa professionale, si può adottare la cosi detta Regola dei Terzi,che trae origine dal fatto che l’osservatore di un’immagine è portato a guardarla in un certo modo. Utilizzando la regola dei terzi possiamo avvicinarci a questa modalità di visione in modo che, agli occhi dell’osservatore, l’immagine appaia bilanciata.
Si tratta di suddividere l’immagine in nove riquadri attraverso il posizionamento immaginario (o reale) di due linee verticali e di due linee orizzontali.
L’incrocio delle linee crea quattro punti di intersezione.
Immaginiamo di voler riprendere l’orizzonte di una spiaggia.
Possiamo utilizzare, una delle linee orizzontali per posizionare l’orizzonte. Potremo destinare una porzione maggiore della foto al cielo posizionando l’orizzonte lungo la linea orizzontale inferiore, oppure, al contrario, privilegiare la spiaggia sul cielo posizionando l’orizzonte lungo la linea orizzontale superiore.
Il “trucco” sta nel posizionare il soggetto che vogliamo riprendere fuori dal centro della foto, lungo una delle linee orizzontali o verticali, oppure in uno dei quattro punti di intersezione.
Difficile a spiegarlo ma facile a farlo.

Foto Smack Studio