Per chi invece dei souvenir preferisce collezionare  fotografie dei propri viaggi, ecco alcune indicazioni che potrete trovare utili se non siete dei fotografi  professionisti. Fondamentale prima della partenza sarà il lavoro di documentazione e  pianificazione del viaggio. Leggete informazioni  ed osservate il maggior numero di foto che potete riguardo i luoghi che visiterete. Conoscere usi costumi e tradizioni sarà ovviamente utilissimo e  partire con un idea chiara di ciò che volete fotografare stimolerà il vostro senso di ricerca. Pianificate gli spostamenti in anticipo in modo da non perdere l’evento importante che si svolgerà in qualche luogo in un preciso giorno ed orario. Prima di partire controllate l’attrezzatura, fate un salto se dovete dal vostro studio fotografico e per verificare che il sensore sia pulito e la camera pronta. Siate pronti ad alzarvi presto la mattina, eviterete frotte di turisti ed avrete la luce migliore per fare foto. Pianificare correttamente il viaggio vuole anche dire spostarsi durante le ore diurne per trovarsi nel luogo giusto alla giusta ora, non vorrete perdere gli scatti del tramonto in un luogo importante, quando la luce sarà dorata, o subito dopo il tramonto con le prime luci della sera. Imparate  qualche parola nella lingua locale e conversate  il più possibile con le persone del luogo, sapranno indicarvi cose che magari non troverete  sulle guide turistiche o potranno diventare essi stessi i soggetti delle vostre fotografie.

Storie da raccontare con le fotografie

Ripassate  la regola dei terzi per creare composizioni più bilanciate nelle tue foto. Non portate con voi troppe cose, zaini pesanti vi affaticheranno rallentando i vostri spostamenti rendendovi difficilmente invisibili quando serve confondersi con i locali. Un obiettivo zoom è più che sufficiente per lavorare da vicino e da lontano. Cambiando spesso obiettivi magari in presenza di vento polvere o sabbia potreste correre il rischio di sporcare il sensore e  il negozio di fotografia più vicino potrebbe non essere dietro l’angolo…Cercate di entrare sempre nella scena che state fotografando, le grandi foto si fanno da vicino, fotografare e farsi accettare con un modo carino e rispettoso è prerogativa essenziale del buon fotografo, alcune foto si fanno con la tecnica ma anche con il cuore.  Evitate i luoghi turistici e non scattate foto a raffica, fate che l’esercizio fotografico sia un’ esperienza di ricerca, di tecnica di osservazione, concentratevi su scatti interessanti e date priorità alle luci alle ombre. Non abbiate paura di scattare, l’unica foto sbagliata è quella non scattata. Portate con voi un taccuino su cui annotare nomi telefoni indirizzi, rimanete   in contatto con le persone che conoscete durante il vostro viaggio, se un giorno tornerete avrete degli amici. Nelle foto di paesaggi potete inserire un soggetto, magari lateralmente, per dare maggior interesse allo scatto. Ricordatevi che non serve essere fotografi di professione per scattare foto emozionanti. Buon viaggio e buone foto

 

Foto Smack Studio Roma